Devaux

La Maison Devaux, ubicata nel Comune di Bar-sur-Seine (nel cuore della Côte des Bar), è legata indissolubilmente alla denominazione “Champagne” sin dal XIX secolo.

Era il 1846 quando i fratelli Jules e Auguste Devaux fondarono l’attività che trovò, ben presto, slancio sotto l’egida di tre innovative donne capaci di succedersi al timone nel corso degli anni.

Grazie al loro oculato lavoro, il marchio riscosse enormi successi e, già agli albori del Novecento, circa il 75% della produzione venne destinato al mercato estero: Inghilterra, Germania e Russia.

Jean-Pol Auguste Devaux, ultimo superstite della dinastia, amministrò l’attività fino alla sua morte, avvenuta nel 1987, ed in assenza di eredi, a cui tramandare l’azienda di famiglia, decise di affidarne la conduzione a Laurent Gillet, presidente de “L’Union Auboise” (oggi conosciuta con l’appellativo di “Groupe Vinicole Champagne Devaux”).

L’inalterata filosofia, insita alla base di ogni Champagne prodotto, prevede l’osservanza di alcuni severi dettami quali:

la selezione di ogni particella di terreno;

le lavorazioni in vigneto, secondo i metodi dell’agricoltura sostenibile;

il monitoraggio dell’andamento produttivo di ciascun vigneto;

la vinificazione più vicina possibile alla zona d’origine del terroir;

l’elevato numero di vini di riserva di annate precedenti;

l’assemblaggio realizzato con parti di mosto ottenuto dalla prima spremitura;

l’affinamento, prolungato, in bottiglia dopo la presa di spuma.

Rispettando questo “vademecum”, la Maison realizza vini unici ed inconfondibili.

Blanc de Noirs              92/100

100% Pinot Noir

Pelage fine ed intenso. Note assai fresche accompagnano un gradevole aroma di frutti rossi, per salire fino alle narici. In bocca ritroviamo, con piacere, un’acidità ottimamente calibrata che determina un vino elegante e delicato. Nel complesso, seppur inserito nella gamma base, si presenta molto interessante.

Grande Réserve            93/100

70% Pinot Noir – 30% Chardonnay

Perlage sottile e persistente. Sensazioni aromatiche, avvolte sul finire da lieviti, caratterizzano questo vino all’olfatto. Anche in quest’occasione, il palato viene risvegliato da un gusto aromatico che tramuta, nel suo allungo, in un retrogusto di pane. L’acidità è morbida. Un prodotto ben strutturato, facilmente bevibile.

Cuvée D                         94/100

60% Pinot Noir – 40% Chardonnay

Perlage consistente. Dal bicchiere si sprigionano un’amabile freschezza e frizzanti sentori fruttati. Fin dal primo sorso, si percepisce corposo e strutturato. La ricercatezza e l‘eleganza delineano questo prodotto capace di trasmettere un invitante sapore di frutta fresca contornato da una tenue acidità. L’allungo appare nettamente prolungato.

Ultra D                             94/100

60% Pinot Noir – 40% Chardonnay

Perlage di meritevole persistenza. Al naso si presenta incredibilmente fresco con un evocativo richiamo di fiori e di spezie. Una soddisfacente mineralità si sposa con un allettante sentore aromatico al fine di solleticare le papille gustative. Una vivacità ed una lunghezza “senza filtri” costituiscono i caratteri principali di questo prodotto. Un vino raffinato e carismatico.

D Millésime 2008              95/100

48% Pinot Noir – 52% Chardonnay

Perlage soave ed ininterrotto. Le narici sono sedotte da un suggestivo profumo fiorito che degrada, repentino, in sentori marcatamente fruttati e freschi. Delizioso l’iniziale frutto che determina il gusto di questo Champagne. Vellutato, sofisticato, di classe: questi sono i suoi punti di forza. Una struttura signorile, di alto lignaggio, evocativa dello stile della Maison. E’ un vino d’impatto, capace d’impressionare.

Cuvée Rosée                    93/100

80% Pinot Noir – 20% Chardonnay

Perlage di considerevole durata, raffinato . In questo Champagne si denota un prominente aroma di vino contornato da note fresche e pulite. I frutti rossi, specie il lampone, si percepiscono in bocca. L’acidità è sapientemente bilanciata, per nulla aggressiva. Dotato, anch’esso, di una struttura elegante e fine. Un prodotto delicato.

D Rosée                            94/100

55% Pinot Noir – 45% Chardonnay

Al naso si distinguono note fresche e pulite capaci di far trapelare un ,suggestivo, aroma di acini d’uva rossa matura. Istantanea la percezione di assoluta classe e ricercatezza che pervade il palato, risultando assai soave. Un gradevole sapore di frutti rossi svanisce per far emergere un‘appagante mineralità. L’acidità risulta ottimamente calibrata, congrua con la fisionomia del prodotto. Un‘amabile struttura si apre ad un allungo finale ampiamente pronunciato.

Rosé des Riceys                93/100

100% Pinot Noir (del Comune di Riceys)

Un‘immediata sensazione di pulito e di freschezza cede il passo a sentori di frutti di bosco che spumeggiano dal bicchiere. More e lamponi conferiscono un sapore marcato sebbene, nel finale, si scopra un retrogusto vagamente amarognolo. Complessivamente è un vino con una struttura sofisticata, con un corpo prominente ed una persistenza duratura.

Crème de Cuvée                 93/100

70% Pinot Noir – 30% Chardonnay

Perlage continuativo e fine. Amabilmente fresco e assai fruttato: cosi presenta al naso. Il gusto di frutta fresca si ripresenta in bocca dove, nel finale, sono nettamente identificabili i sentori di pera e di vaniglia. Risalta il suo sapore zuccherino, essendo un “demi-sec”. Uno Champagne dotato di nerbo, struttura apprezzabile e degno allungo finale.

Devaux incarna un’ammaliante realtà vitivinicola dell’Aube.

Ai veri appassionati, che per fato o desiderio si ritrovassero a Bar-sur-Seine, consiglio di fare visita alla sublime struttura ricettiva della Maison.

Lo staff ,molto competente, saprà accompagnarvi (lungo tutto il percorso degustativo-conoscitivo degli Champagne) con un riguardo, una premura ed una gentilezza a dir poco encomiabili.