Francis Coppola Winery

Vinificare le uve è nel DNA della famiglia Coppola da diverse generazioni. Il capostipite Agostino, nonno di Francis, vinificava già agli inizi del 1900 nel suo seminterrato a New York utilizzando vasche in cemento da lui stesso costruite per uso personale. I vini che oggi Francis Coppola produce sono differenti da quelli prodotti da nonno Agostino, ma vengono prodotti con la stessa passione e con la stessa filosofia: “vini da bere tutti i giorni in piacevole compagnia”.

L’avventura enologica di Francis Ford Coppola inizia 35 anni fa, quando insieme sua moglie e ai suoi figli decide di acquistare un piccolo cottage nella Napa Valley, molto vicino a San Francisco, città in cui la famiglia risiedeva ai tempi. La struttura si rivela essere il grande Niebaum Mansion a Rutherford, nella famosa Inglenook Estate. Da quel momento l’idea di restaurare e far rinascere questo edificio storico ebbe inizio e portò il noto regista ad avventurarsi nel mondo vitivinicolo californiano.

Nel 2006 Francis ed Eleanor Coppola decidono di addentrarsi maggiormente nel settore enologico acquistando a Geyserville nella Alexander Valley (California) una vasta proprietà su cui sorgerà quattro anni dopo l’attuale Francis Ford Coppola Winery.

Dall’ ampia gamma prodotta dalla Coppola Winery ho selezionato 2 tipologie che non possono mancare nelle cantine degli appassionati.

 

Sauvignon Blanc 2010    90/100

Si presenta con un‘ apertura gioiosa, vivace e fresca; sprigiona un piacevole odore fruttato che ricorda il periodo estivo. Note olfattive molto intense e prolungate. Al palato si denota fin da subito la delicatezza, presenta un piacevole gusto iniziale di pesca, che evolve nel finale su note dolci di miele. L’acidità è molto fine, appena percettibile, non infastidisce le papille gustative. Strutturalmente è un vino di tutto rispetto: corposo, fine, con un’ eleganza che lo contraddistingue.

 

Cabernet Sauvignon 2009      92/100

Molto ampio e netto si presenta al naso nella fase iniziale; un piacevole aroma di frutti di bosco invade le narici ed esalta la vivacità del prodotto. La bocca viene avvolta fin dal primo sorso da un gradevole aroma di more fresche, come se fossero appena raccolte. L’acidità ed il tannino sono estremamente delicate, non aggredisco, anzi tendono a rilasciare una vena quasi dolce. È un vino pieno e corposo, presenta una freschezza considerevole (nonostante l’età) e una struttura completa: morbido, delicato e con una piacevole persistenza che si protrae a lungo nel finale.

Questi vini rappresentano uno stile aggraziato, ideali da sorseggiare insieme alla famiglia ed agli amici nella vita di tutti i giorni o semplicemente rilassandosi in un ambiente a noi confortevole.