Valle d’ Aosta – Terra di Nebbiolo

In Valle d’Aosta la superficie vitata è distribuita, quasi interamente, nella fascia centrale (che si estende da Pont Saint Martin fino a Morgex) interessando le zone maggiormente soleggiate. Visionando una cartina geografica si può, infatti, notare che quest’area propende a formare una “linea di demarcazione” tra il nord ed il sud della regione.

Già nell’Ottocento, questa zona venne votata alla vinificazione poiché scarsamente interessata dalle precipitazioni, ma, al contempo, dotata di un’adeguata ventilazione e di escursioni termiche controllate: condizioni ottimali atte a garantire la giusta maturazione dell’uva e l’espressione di particolari sentori.

I terreni, dedicati alla coltivazione dei nebbioli, presentano una struttura stratificata: in superficie troviamo un manto roccioso mentre gli strati sottostanti si presentano sabbiosi e sciolti, con versanti esposti a sud.

I vigneti, di dimensioni ridotte, presentano un sesto d’impianto tra i 6.500-8.000 ceppi/ha e sono impiantati su terrazzamenti realizzati, a secco, mediante l’ausilio di rocce montane; una peculiarità della zona che assolve ad un altro importante compito ovvero la salvaguardia dei versanti dai pericoli di frane e smottamenti.

Di 463 ettari vitati, presenti in Valle d’Aosta, 44 sono destinati alla coltivazione del Nebbiolo.

A fondovalle di Donnas sorge, dal 1971, un’interessante realtà che trae vita dall’audace iniziativa di un gruppo di viticoltori della zona: la Caves Coopératives de Donnas. Dotata di moderne attrezzature enologiche, la cooperativa persegue gli obiettivi di produzione e trasformazione del prodotto preservando, sempre, origini e tradizioni.

La cantina realizza due affascinanti nebbioli, di cui accenno un assaggio.

 

 

NEBBIOLO 2015 BARMET                        90/100

Fresco al naso, ampio, sprigiona fin da subito un forte aroma di lamponi che termina con una leggera velatura balsamica. Al palato si presenta fine, delicato; si ritrova con piacere il gusto fruttato dei lamponi che a lungo perdura. Tannini ed acidità sono molto tenui e si percepiscono sensibilmente in chiusura. Un vino contraddistinto dall’armonia e dalla delicatezza.

 

 

DONNAS 2013                           92/100

Note aromatiche intense si susseguono nel bicchiere: spezie, una velatura di erba, nel finale un accenno di frutti di bosco. È un vino fresco, aperto e diretto già al naso. In bocca una mora ed una susina matura delineano un gusto inconfondibile. L’acidità energica fornisce la freschezza ed una sensazione di giovinezza e vigorosità particolarmente apprezzabile. Un prodotto con un carattere deciso, realizzato per colpire e catturare le papille gustative. Meritevole la persistenza dei retrogusti nel finale.

 

 

Caves de Donnas esprime al meglio la contemporaneità tramite i suoi vini freschi, puliti, delicati ma, al tempo stesso, persistenti. Un perfetto connubio tra modernità e tradizioni che testimonia l’evoluzione del Nebbiolo nella fascia pedemontana.