Côtes du Rhône

Dalla Regione del Rodano, una piccola selezione dei migliori Côtes du Rhône che potrete degustare sulle vostre tavole.

 

 

Alain Jaume et Fils

 

Côtes du Rhône 2015 Domaine Grand Veneur Les Champauvins                       91/100

Un elettrizzante naso carico di frutti di bosco, libera freschezza, giovialità ed allegria. In bocca una prugna succosa si sposa con una venatura centrale carica di una gradevole mineralità. Il tenore acido delicato si sposa in maniera egregia con tannini delicati, contribuendo a realizzare un vino elegante.

 

 

 

Boutinot

 

Côtes du Rhône 2014 Les Coteaux Schisteux                       91/100

Un bel mix di frutti rossi, libera una piacevole sensazione d’apertura, pulizia e freschezza al naso. Invitanti sentori di more e ciliegia, sono spalleggiati da aromi di panificazione e caffè. Acidità equilibrata, tannino morbido e compiacente. È un vino carico e deciso, con un allungo prorompente.

 

 

 

Château de Ségriès

 

Côtes du Rhône 2015                   91/100

Aromi di frutti rossi si liberano dal calice in maniera molto incisiva, diretta, netta. Al palato sono ben identificabili i gusti di amarena e di prugne come appena colte dall’albero. Sentori secondari di spezie e nocciola si fondono con un’acidità allegra, che conferisce freschezza nel finale. È un vino completo, dotato di una struttura omogenea e pronta.

 

 

 

Château Pégau

 

Côtes du Rhône 2013 Cuvée Maclura              91/100

Cannella e chiodo di garofano caratterizzano l’impronta olfattiva di questo vino. Sussegue in bocca, dove un gusto di cuoio unito, alla ciliegia matura, si amalgamano per creare un vino suggestivo. I tannini a grana fine, contribuisco ad implementare quella sensazione di eleganza, trasmessa dal prodotto fin dal primo sorso.

 

 

Clos du Père Clément

 

Côtes du Rhône 2014 Cuvée Saint Clément               91/100

Aromi complessi di frutti rossi s’innalzano dal calice verso il naso; virando nel palato verso sentori di prugne mature, ciliegie, pepe ed erbe di montagna. Nel finale una venatura speziata completa questo carattere deciso, grazie all’apporto di tannini vellutati. Un vino aggraziato, che fa dell’omogeneità il suo punto di forza.

 

 

 

Domaine de Mourchon

 

Côtes du Rhône 2014 Grande Réserve            92/100

Un bouquet primario riconduce ad odori che ricordano la cannella, i chiodi di garofano e le ciliegie. Colpisce subito al palato il suo sentore di ciliegia, sorretto in armonia da un gusto di cioccolato e fiori di campo.  È un vino robusto, dallo struttura elegante, delicato nei tannini, con un piacevole retrogusto.

 

 

 

Domaine des Pasquiers

 

Côtes du Rhône 2013                   91/100

Al naso i sentori che si liberano ricordano le piante erboristiche ed i prati fioriti. In bocca, i frutti rossi ponderosi, sono incorniciati da una viola amorevole, che contribuisce ad aggradare la struttura. È un vino sodo, maturo, avvolto da tannini della vecchia scuola.

 

 

 

Domaine Le Renard

 

Côtes du Rhône 2015 Plan De Dieu                 91/100

Una vampata di freschezza nasale, porta con se, in profondità, note di frutti di bosco gioiosi. Amarene e lamponi forniscono la marcatura gustativa primaria, successivamente vengono circondati da sentori secondari che ricordano le spezie pregiate e la torrefazione del caffè. È un vino molto docile, morbido, grazie anche a tannini leggeri, che contribuiscono alla buona bevibilità.

 

 

 

Domaine Lombard

 

Côtes du Rhône 2014 Brézème Eugène de Monicault                     93/100

Piccoli frutti a bacca nera irrompono intensamente nel naso, liberando secondariamente aromi erbacei e di cuoio. In bocca si distingue per un sapore più terroso, rustico, con delle sfumature di pepe e un buon tenore di freschezza. Chiude con tannini molto delicati ed armonici. È un vino dall’impronta più tradizionalista, volto ad ammaliare i palati old style.

 

 

 

Domaine St Pierre

 

Côtes du Rhône 2014                   91/100

L’impronta olfattiva di questo vino è votata al ricordo vegetale: timo, alloro e lavanda invado le narici con notevole freschezza. Sentori di amareno e mirtillo s’identificano subito in bocca, dove il vino risulta malleabile ed avvolgente. Espressione della sobrietà e dll’eleganza, lascia una piacevole sensazione di setosità in chiusura.

 

 

 

Famille Perrin

 

Côtes du Rhône 2014 Coudoulet de Beaucastel                   91/100

Un tenore affumicato, accompagna per le fasi inziali questo vino al naso, dove evolve secondariamente verso sentori terrosi ed ematici. La prugna e la ciliegia si presentano nel palato in modo molto succulento, una vibrante acidità conferisce un tocco fresco e gioviale. È un vino dal carattere elegante, fornito di una gradevole complessità aromatica.

 

 

 

Jean-Luc Colombo

 

Côtes du Rhône 2014 Les Forots                       91/100

All’olfatto sono identificabili tre sentori dominanti: violetta, spezie di Provenza e liquirizia a bastoncino, i quali si alternano con omogeneità ed armonia. Il palato viene investito in prima battuta, da un insieme di frutti di bosco: lamponi, more e mirtilli, chiudendo nel finale con una venatura di liquirizia. I tannini a grana fine, contribuisco a rendere morbido questo vino, che nel complesso risulta votato alla stilosità.

 

 

 

Rocca Maura

 

Côtes du Rhône 2016 Cuvée 1737                    91/100

Al naso una vasta complessità; si identificano note di pepe nero, chiodi di garofano, spezie e frutti rossi. Una prugna ed una ciliegia inondano il palato di freschezza sprigionata da un’acidità gioviale. Un tannino a grana fine, conferisce armonia ed equilibrio. È un vino che fa dell’eleganza la sua vera essenza.