Valtellina

Da una terra impervia, dura da lavorare, a ridosso di un arco alpino, un’interessante recensione dei migliori rossi che l’enologia italiana è in grado di offrire. La caparbietà e l’impegno di alcuni uomini permette di realizzare delle vere e proprie “chicche” grazie ad un grade vitigno: il Nebbiolo.

 

 

A.R.P.E.P.E.

 

Valtellina Superiore Sassella Riserva 2007 Rocce Rosse               97/100

Le note aromatiche olfattive di questo vino variano da sentori di fumo, pietra focaia, fieni di montagna e, nel finale, un accenno di frutti di bosco. In bocca un mix di ciliegia, fragoline di bosco e tabacco; spalleggiate da tannino, molto morbido, e da un’acidità frizzante che conferisce freschezza. È un vino che basa sull’eleganza la sua caratteristica principale, insieme ad una buona dose di equilibrio.

 

Valtellina Superiore Sassella 2009 Ultimi Raggi                95/100

Al naso apre con aromi che ricordano piccoli frutti a bacca nera, spezie, il tutto inglobato su un fondo tipicamente balsamico. Al palato un lampone rigoglioso, libera in seconda battuta una ciliegia matura, che evolve nel finale verso un gusto tipicamente riconducibile al tabacco. Supportato da tannini delicati ed un’acidità fresca, si presente come un vino equilibrato, dotato di un temperamento pacato e stiloso.

 

Valtellina Superiore 2012 Grumello Rocca de Piro             94/100

Un bouquet di rosa e piccoli frutti a bacca nera, si libera verso il naso grazie ad un fondo che ricorda i fieni estivi. Una fragola succulenta si sposa con un’amarena matura, insieme ammaliano il palato in modo molto intrigante. Liberano nel finale un retrogusto di pepe, che si unisce ad un acidità vivace, in grado di fornire freschezza. Il tannino è ben levigato, atto a rimarcare il temperamento mansueto ed elegante del prodotto.

 

Valtellina Sassella 2012 Stella Retica                                 94/100

Note che ricordano l’odore di sottobosco, il tartufo e, nel finale, un accenno a frutti di bosco: sono le sfaccettature che si percepiscono al naso. In bocca un velatura iniziale di tabacco e pepe, lascia spazio ad un aroma di ciliegia e mirtillo, supportato da una spina dorsale tipicamente minerale. È un vino sapido, dotato di tannini ed acidità armonici tra di loro. Il suo tratto distintivo principale è il forte equilibrio che è in grado di offrire.

 

Valtellina 2015                      91/100

Da un fondo delicato ed armonico si liberano verso il naso sentori di frutti di bosco ed erbe fresche di montagna. In bocca una ciliegia ed una fragolina di bosco succulente avvolgono con decisione il palato, per lasciare spazio solo in chiusura ad un retrogusto di chiodi di garofano. Il vino si presenta circondato da un accenno minerale che, insieme al tannino docile, realizza l’armonia nel bicchiere.

 

 

 

CAVEN

 

Sforzato di Valtellina 2011 Messere                       92/100

Da un fondo di sottobosco con nervatura balsamica, si eleva un aroma secondario verso il naso, che richiama le prugne cotte. In bocca si presenta un po’ ruvido: le note primarie di liquirizia amara e tabacco stagionato, liberano in fase terminale una velata amarena. L’acidità delicata si sposa con tannino morbido. È un vino con un’impronta classica, volta ad uno stile tradizionale.

 

Valtellina Superiore Riserva 2010 Inferno  Al Carmine                  92/100

Dal bicchiere vengono liberati verso il naso aromi che ricordano le viole dei campi, i frutti rossi e le erbe alpine. Al palato un avvolgente gusto di ciliegia si alterna a quello del tabacco maturo, per mettere in risalto, nel finale, delle venature pepate. Tannini levigati si accompagnano ad un’acidità perfettamente bilanciata. È un vino dai tratti eleganti, dotato di un temperamento molto moderato.

 

Valtellina Superiore Riserva 2010 Sassella La Priora                     92/100

Da una base fresca si liberano aromi di frutti rossi, di rose sbocciate e di timo, molto aperto e pulito. Lampone matura e una cannella delicata si impongono come gusto primario, liberando in conclusione un sentore di pepe. Tannini morbidi che tendono quasi al dolce, armonizzano ulteriormente questo vino, che cerca quasi di coccolare il palato con grande maestria.

 

 

 

LA PERLA di MARCO TRIACCA

 

Valtellina Superiore 2012 La Mossa            94/100

Coinvolgente si presenta al naso: aromi di erbe di montagna, ardesia, fumo e nel finale frutti di bosco. Lamponi freschi e ciliegie mature irrompono nel palato in maniera succulenta; circondati in chiusura da una venatura di tabacco, un tannino delicato è un’acidità fresca. È un vino dalla buona concentrazione aromatica, atto a mettere in risalto il suo carattere elegante e radioso.

 

 

 

MAMETE PREVOSTINI

 

Valtellina Superiore Riserva 2013                92/100

Sentori di piccoli frutti a bacca nera irrompono nell’immediatezza al naso, seguiti secondariamente da una velatura violetta, per concludere sul cuoio. In bocca i lamponi freschi sono spalleggiati verticalmente da aromi di amarena, che si liberano grazie ad un fondo pepato. Un’acidità bilanciata si posa con tannini delicati, volti a risaltare la finezza del prodotto.

 

Valtellina 2015 Santa Rita                91/100

Freschi frutti di bosco si liberano dal bicchiere verso il naso, con chiarezza e pulizia, molto nitidi e profondi. Un lampone viene circondato nel palato da un insieme di spezie di pregia fattura, le quali liberano in chiusura una violetta tenue. L’acidità fresca trasmette la giovinezza del vino, restando comunque sempre elegante grazie a dei tannini leggiadri.

 

 

 

NERA

 

Sforzato di Valtellina 2011               93/100

Un mix di aromi che ricordano le susine mature, le spezie, il tabacco e un fondo lievemente balsamico forniscono l’impronta olfattiva. Un’uvetta passa spalleggiata da liquirizia dolce, entrano in netta contrapposizione con un’acidità marcata, in cui sono disciolti dei tannini delicati. Chiude con una note minerale. È un vino strutturato, con un corpo denso ed impavido.

 

Valtellina Superiore Riserva 2010 Sassella             94/100

Dal bicchiere si elevano verso il naso aromi riconducibili a spezie pregiate, frutti rossi ed un accenno mentolato nel finale. Al palato risalta in maniera molto netta una ciliegia matura, un lampone come appena colto ed un tabacco intenso, in chiusura spicca un venatura minerale. Circondato da tannini ben levigati che si contrappongono ad un’acidità frizzante. È un vino dotato di buon temperamento, equilibrato, con uno spirito votato alla finezza sensoriale.

 

Valtellina Superiore Riserva 2010 Inferno               92/100

Un delicato aroma di frutti di bosco, si sposa con fini di montagne e fiori alpini, credano un bouquet davvero lieto. Una ciliegia carnosa, viene accompagnata da fragole selvatiche e un tocco di anice stellato nel finale. Tannini morbidi e ricercati sono in sintonia con un’acidità vibrante che conferisce freschezza. È un vino dal carattere equilibrato, che ama mettere in risalto la sua carismatica fattura

 

Valtellina Superiore Riserva 2010 Grumello                       92/100

Graziosi aromi di piccoli frutti a bacca rossa si propagano nel naso, sorretti da una vena di tabacco ed un fondo mentolato fresco. Un palato ricco presenta aromi di fragole, scorza d’arancia e chiodi di garofano essiccati. Nel finale viene messa in risalto una spina dorsale minerale. Tannini morbidi ed un’acidità atta a conferire giovinezza, mettono in rilievo un temperamento espansivo, grazie anche ad un allungo poderoso.

 

 

 

NINO NEGRI

 

Sforzato di Valtellina 2013 Carlo Negri                   93/100

Un insieme di aromi che variano dal pellame, ai frutti rossi, al tartufo, sono ben distinguibili al naso. Prugna secca, cannella e tabacco sono i sentori gustativi che caratterizzano la bocca. La struttura piena è sorretta da una acidità viva, ed un tannino vellutato conferisce quella delicatezza che rende questo prodotto armonico e piacevole nel finale.

 

Valtellina Superiore 2015 Vigneto Fracia                92/100

Un bouquet ricco come un cesto pieno di freschi frutti estivi inonda il naso, lasciando rivelare un fondo di base speziata. Vigoroso si presenta in bocca, dove una ciliegia ed un mirtillo sono accompagnati in chiusura da chiodi di garofano. I tannini un po’ incisivi mettono in risalto un temperamento potente ed energico.

 

 

 

PLOZZA

 

Valtellina Superiore 2013 RedEdition                      92/100

Un naso ricco è in grado di liberare sentori di frutti di bosco, fieni alpini, spezie pregiato, il tutto appoggiato su un fondo mentolato. Aromi netti di amarena e mirtillo si contrappongono con educazione; una venatura minerale tendente alla sapidità si percepisce in chiusura. È un vino dalla struttura elegante, aggraziato da tannini ben levigati e un’acidità vivace che conferisce giovinezza.

 

Valtellina Superiore 2013  Sforzato BlackEdition               92/100

Al naso un sentore inziale ricorda il fico bianco, successivamente si sente un’esplosione di menta, per terminare su fondo di tabacco da sigaro. In bocca predominano gusti più classici di susine, mirtillo e una liquirizia a bastoncino. Sorretto da una nota acida che conferisce freschezza, mette in risalto la sua armonia grazie dei tannini alquanto delicati ed avvolgenti.